First lady Michelle Obama

Obama e Michelle mettono KO l’obesità

Su Netflix, contro l’obesità, nasce il progetto di educazione alimentare voluto dall’ex presidente e da sua moglie
ADV-28
Laura Benedetto
14 Ottobre 2019

Il 2 ottobre 2019, l’ex Presidente degli Stati Uniti e sua moglie Michelle hanno lanciato da Modena, il loro nuovo progetto anti-obesità: produttori di una serie su Netflix, che ha l’obiettivo di educare a mangiare sano e buono.

I coniugi più famosi del mondo hanno scelto Modena e Venezia come location italiane di questo progetto di educazione alimentare, perché ben conoscono la nostra dieta mediterranea e le sue qualità nutrizionali e salutari, è infatti “patrimonio immateriale dell’umanità”, come molto spesso ho avuto l’onore e il piacere di ricordare.

Il titolo lo conosciamo, anche se la pellicola ancora non è stata inserita nel catalogo di Netflix, “Listen to Your Vegetables & Eats Your parents” ,  è un gioco di parole di una espressione tipica americana: “Ascolta i tuoi genitori e mangia le tue verdure” ! Al più presto il documentario sarà sulla piattaforma di Netflix fruibile da tutti i bambini e i loro genitori.

Sembra sia Michelle ad essere la più interessata a questo progetto e non stento a crederlo, se penso all’orto che la First Lady curava personalmente nella Casa Bianca e a quanto la Lady sia attiva, atletica e attenta alla forma alla salute e alla propria felicità.

Sì perché gli scienziati hanno scoperto che mangiare bene rende felici oltre che sani e noi italiani lo sappiamo bene!
La coppia a stelle e strisce, Barack e Michelle, non poteva che partire dall’Italia, infatti la nostra bella e affascinante penisola, rappresenta nel mondo la fusione perfetta tra cibo tradizione, salute e felicità.

Obama Michelle Netflix

Condividi questa pagina

Aspetto le vostre opinioni, riscontri e suggerimenti, se ce ne sono. Se avete apprezzato questo articolo, non dimenticate di condividerlo con i vostri amici!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su tumblr
Tumblr