Pizza Rossa

ADV-G1
ADV-G1

Pizza Rossa

Lettore
29 Gennaio 2020
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su tumblr

La Pizza Rossa è uno splendido esempio di gusto e semplicità, non ha certo bisogno di presentazione in quanto regina dei menù di tutto il mondo.

Le cose semplici sono spesso le più buone: pochi ingredienti e tanto gusto per questa pizza che accontenta tutti.

pizza
Preparazione

30 Minuti + 6/8 ore di lievitazione

Cottura

15 Minuti

Tempo totale

45 Minuti

Porzioni

2 Persone

Cal/Por.

800 kcal

Ingredienti

Per l’impasto

  • 300 gr di farina tipo ‘00’
  • 200 gr di farina manitoba
  • 300 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 10 gr di lievito di birra fresco
  • 10 ml di olio extravergine di oliva
  • 10 gr di sale fino
  • ½ cucchiaino di zucchero

Per condire

  • 500 gr di polpa di pomodoro
  • 1 cucchiaino sale fino
  • Olio extravergine d’oliva

Istruzioni

  1. In una ciotola capiente o nella planetaria mettete l’acqua, il lievito di birra e lo zucchero, mescolate fino a quando il lievito si scioglie completamente. Versate gradualmente la farina e impastate in modo che questa venga assorbita completamente dall’acqua. Continuate fino a quando la farina non è conclusa e completamente assorbita. Aggiungete anche il sale e l’olio e continuate ad impastare per 10 minuti circa, fino a quando la pasta si è staccata dalle pareti della ciotola e avrete ottenuto un panetto morbido.

  2. Mettete a lievitare il panetto direttamente nella planetaria o in una ciotola pulita, coperto con un canovaccio fino al raddoppio di volume (potete metterlo nel forno spento con la luce accesa a 26-28°C), in 2 ore circa lieviterà.

  3. Trascorso il tempo della lievitazione, l’impasto sarà bello gonfio, quindi trasferitelo sul piano da lavoro leggermente infarinato e dividetelo a metà, se fate la pizza nella teglia e in 4 parti se fate la pizza tonda. Date una piega all’impasto, (immaginate che la sfera sia divisa in 4 parti, prendete l’estremità di ognuna, tiratela delicatamente e ripiegatela verso il centro) infine dategli la forma di una sfera, capovolgetelo e procedete con la pirlatura, ossia arrotondarlo facendolo girare tra le mani o sul piano di lavoro dandogli una forma sferica regolare. La pasta non si deve mai strappare perché si rovinerebbe la maglia glutinica già formata.

  4. Trasferite i panetti su un vassoio e lasciate lievitare per almeno altre 4 ore (anche 6 ore in inverno) sempre coperti con pellicola o con un canovaccio. Trascorso il tempo, prendete delicatamente ogni panetto, stendetelo con le mani o con il matterello aiutandovi con la farina per non farlo attaccare fino ad ottenere la forma desiderata. Tale procedura andrà realizzata sfruttando le dita di entrambe le mani, con un movimento che dia l’idea di spingere ai bordi l’aria contenuta nell’impasto, premendolo e ruotandolo più volte per ottenere un risultato uniforme.

  5. Ungete la teglia, oppure mettete della carta da forno, ed adagiate l’impasto fino a ricoprire tutta la superficie. Lasciate lievitare ancora per 1 ora dopodiché potete procedete con il condimento.

  6. Aiutandovi con un cucchiaio, cospargete la pizza con la passata di pomodoro (non condire il cornicione), una spolverata di sale e un filo d’olio.  Infornate a 250°C per 15/18 minuti e servite calda..

MammaBoom

Altre Ricette

Pizza

Pizza alla Marinara

La pizza marinara è una delle più classiche pizze napoletane, condita solo con pomodoro pelato spezzettato, aglio, origano e olio extravergine di oliva.

Leggi Tutto »
Pizza_Margherita
Pizza

Pizza Margherita

La pizza Margherita è la tipica pizza napoletana, condita con pomodoro, mozzarella, basilico fresco, sale e olio. Assieme alla pizza marinara è sicuramente la più popolare pizza italiana.

Leggi Tutto »
Focaccia
Antipasto

Focaccia genovese o Fügassa

La focaccia genovese è una specialità tipica della Liguria, morbida e croccante allo stesso tempo, semplice e super golosa. Composta da ingredienti semplicissimi, farina, acqua, olio e sale, dà il meglio della sua fragranza se consumata appena sfornata.

Leggi Tutto »

Condividi questa pagina

Aspetto le vostre opinioni, riscontri e suggerimenti, se ce ne sono. Se avete apprezzato questa ricetta, non dimenticate di condividerla con i vostri amici!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su tumblr
Tumblr
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento