Tiella di Polpo

ADV-G1
ADV-G1
tiella-gaeta-verdure

Tiella di Polpo come si fa a Gaeta

La Tiella di Gaeta è una torta salata che proviene dalla tradizione gastronomica Laziale. Può essere considerata come un piatto unico dal momento che è composta da un involucro di pasta, farcito con pesce o verdure, ma la vera versione che si fa a Gaeta è con i polpi e ovviamente le olive di Gaeta. Si può mangiare tiepida ma anche fredda e secondo la tradizione va servita a quarti.

  • Preparazione 20 Minuti
  • Cottura 30 Minuti
  • Tempo Totale 50 Minuti
  • Porzioni 4 Persone
  • Calorie/Persona 350 kcal

Ingredienti

  • 600 gr di farina
  • sale fino
  • 4 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva
  • 2 bicchieri d’acqua tiepida
  • un quadratino di lievito da pane
  • 1,5 Kg di polpi veraci, quelli con la doppia fila di ventose sui tentacoli
  • prezzemolo
  • aglio
  • olive di Gaeta snocciolate
  • pomodoro a pezzi
  • peperoncino

Preparazione

  1. Fai una fossetta con la farina nella quale si aggiunge sale fino, olio e l’acqua nella quale si è preventivamente sciolto il lievito. Si impasta il tutto fino ad ottenere una pasta morbida e vellutata che viene divisa in panetti poco più grandi di un pugno (occorrono due panetti per tiella) che vengono lasciati a crescere per un’ora avvolti in una tovaglia.
    Il panetto cresciuto si stende con un matterello per ottenere due dischi, di diametro leggermente superiore alla teglia, tra i quali si metterà il ripieno.
  2. I polpi vanno puliti e lessati e si tagliano a pezzetti, si condiscono con molto prezzemolo e aglio tritati, pomodori a pezzi, olive di Gaeta snocciolate, poco sale e peperoncino.
    Il tutto si lascia in un colabrodo affinché diventi più asciutto possibile. Si trasferisce quindi in una ciotola e si aggiunge l'olio d’oliva.
  3. Il primo disco viene disteso su una teglia unta d’olio, si aggiunge il ripieno, si copre con il secondo disco facendo aderire tra loro i bordi, si rimuove il superfluo, si fanno dei piccoli pizzichi sui bordi con le dita e dei buchi con la forchetta sul disco superiore. Si cosparge con un filo d’olio e si mette nel forno a 200° per circa 30 minuti.

Note

Va mangiata tiepida o fredda a fette, e secondo la tradizione le fette sono a quarti.

Varianti 

Se preferite potete preparare la tiella di Gaeta con verdure sostituendo il polpo con verdure a piacere.

MammaBoom

Altre Ricette

Polenta e schie
Proposte

Polenta e schie

Polenta e schie è un favoloso antipasto tipico della laguna veneta. Le schie, piccoli gamberetti grigi si servono con una polentina morbida e possono essere fritti e croccanti oppure cucinate in umido.

Leggi Tutto »
Antipasto

Polpi alla Luciana

Il polpo alla Luciana è un piatto tipico della gastronomia napoletana. Un piatto unico e delizioso caratterizzato da morbidezza e succosità.

Leggi Tutto »

Condividi questa pagina

Aspetto le vostre opinioni, riscontri e suggerimenti, se ce ne sono. Se avete apprezzato questa ricetta, non dimenticate di condividerla con i vostri amici!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su tumblr
Tumblr
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Avatar
    Laura

    Le variazioni sul tema ‘Tiella’ sono veramente infinite. Provate patate e salsiccia, una delizia.

  2. Avatar
    Flavio

    Una prelibatezza. Il problema è quando dire basta, non smetteresti mai di mangiarne.

Lascia un commento